domenica 2 luglio 2017

ADOZIONE DEL CUORE: ABEL, INCROCIO PIT-CORSO BELLISSIMO, GIOVANE, HA 3 ANNI E MEZZO, STERILIZZATO. E’ STATO ACCALAPPIATO CUCCIOLO E DA 3 ANNI E MEZZO VIVE IN CANILE, SEMPRE CHIUSO DENTRO UN BOX. NON CONOSCE NULLA DEL MONDO ESTERNO, NON LE MACCHINE, NON LE CASE, NON UN PARCO. E’ BUONISSIMO, DOLCE. SALVIAMOLO DA QUESTO ISOLAMENTO, DA QUESTA SOFFERENZA CONTINUA. A FINE OTTOBRE LO VOGLIONO RILASCIARE SUL TERRITORIO, AD 80 KM DAL PRIMO CENTRO ABITATO. NON POTRA’ SOPRAVVIVERE.palermo

AGGIORNAMENTI  ABEL DI PALERMO,  27/06/2017:
ABEL ORA E’ IN UNO STALLO, E’ UN PITT GIOVANE E BELLISSIMO, VA D’ACCORDO  CON GLI ALTRI CANI, E’ DOLCISSIMO CON LE PERSONE, FA LE FESTE, SCODINZOLA, DA’ I BACI.
SA ANDARE AL GUINZAGLIO, E’ EDUCATO , ADORA CAMMINARE NELL’ERBA, PROFUMARE GLI ALBERI, HA PASSATO TANTO TEMPO SEMPRE CHIUSO IN UN BOX DI CEMENTO SENZA MAI USCIRE, 3 ANNI.
E ORA CERCA DI RIPRENDERSI LA VITA.
E’ ANCHE MOLTO INTELLIGENTE.  ABEL E’ UN CANE BELLISSIMO DI ASPETTO E  DAL CARATTERE ECCEZIONALE.
E' UN PITT GIOVANE, DI 3 ANNI E MEZZO, BIANCO E NERO, DALL'ASPETTO ELEGANTE E I GRANDI OCCHI DOLCI E INTELLIGENTI.CERCHIAMO PER LUI UNA CASA E PER CHI LO SALVERA’ POSSIAMO DIRE CHE SARA’ COME AVERE TROVATO UN AMICO.CON I SUOI BACI, LA SUA ATTENZIONE, IL SUO AFFETTO E LA SUA INTELLIGENZA, ABEL RIESCE A FARTI SENTIRE MOLTO AMATO.
E’ SANO, NEGATIVO ALLA LESHMANIA, VACCINATO, MICROCHIPPATO E STERILIZZATO.  
SALVATO DAL CANILE ORA ABEL  ASPETTA SOLO UN UMANO DA AMARE, CHE LO PORTI A VIVERE FINALMENTE NEL MONDO.
 Roberta.pe9@gmail.com


Abel pesa circa 30 kg, è sterilizzato, ed è molto bello. E’ un incrocio pit-corso giovane, ha 3 anni e mezzo, dall’aspetto molto elegante, tutto nero, quasi blu,  con le zampe il petto e il collo bianchi come la neve.
Sembra indossi un frac Abel, aspettando di essere  invitato ad una festa.
Aspetta da 3  anni e mezzo. Accalappiato piccolo cucciolo è stato subito portato in canile e qui è rimasto, cresciuto. Da qui non è mai uscito.
Ora vive in un box di solo cemento  in cui vivono in 11 cani. Non è mai uscito dal box. Non conosce nulla del mondo Abel. Non ha mai visto un parco, mai una macchina. Non conosce le case.
E’ come un bambino, che deve imparare tutto. Ma sa andare al guinzaglio, ed è dolcissimo.
Si fa accarezzare, solo che ha paura, è timido, è buono.
Lui vive con tutte  femmine, con cui va d’accordo, ed è  bravo anche con i maschi se non sono dominanti.
All’inizio, quando qualcuno entrava nel suo box, Abel scappava, e per la paura si faceva la pipì addosso. Lui non lo sa di essere un  temibile pit- corso, nessuno glielo ha mai detto.
Così trema come un cucciolo e come un cucciolo abbandonato Abel avrebbe bisogno di protezione,  di amore.
Adesso, se ci si abbassa, lui si fa accarezzare e scodinzola felice. E ci guarda con il suo musetto dolce, irresistibile. Ma ancora per il timore che lo si picchi si fa la pipì addosso. O forse è per la gioia?
Per la speranza che finalmente qualcuno sia arrivato, per portarlo a quella festa per cui lui indossa un bellissimo frac, e Abel lo sa, e aspetta, trema e gioisce, nell’attesa.
Lui non conosce assolutamente il mondo, nessuno lo ha mai portato fuori.
Sarebbe una gioia portarlo per la prima volta a passeggiare su un prato, vedere la sua espressione incredula e felice. Dargli un cuscino caldo per la prima volta, per dormire.
E buone pappe, che qui in canile non ci sono, Qui ci sono solo crocchette, e poche per tutti.
Per lui sarebbe l’ideale un giardino, anche piccolo, per abituarsi al  mondo, ad una casa.
Abel è in trasferimento per fine Ottobre, lo devono reimmettere sul territorio siciliano.
Lo rilasceranno in una zona di campagna in mezzo al nulla, dove non abita nessuno, il primo centro abitato dista 80 km. Come farà a vivere?Abel non sa cacciare, non  conosce nulla. Non potrà prendere neppure i pochi animali selvatici perché in Sicilia la gente si mangia tutto, perfino gli uccelli.
La verità è che lo hanno condannato ad una morte lenta e dolorosa, per fame e per sete
Abel è un pit bellissimo, dolce, ed è sano, è negativo alla leshmania.
Sul territorio, disperato, si ammalerà e poi morirà.
Abel ha bisogno solo di dolcezza, se vede il bastone di una scopa scappa, ha paura di essere picchiato. Ma è felice delle carezze, delle parole gentili.
E’ come un cucciolo che ha bisogno di essere rassicurato.
Un cucciolo che ha bisogno di essere amato e protetto, finchè prenderà consapevolezza di sé stesso, del proprio  valore e del proprio cuore.
Non lasciamo che a fine Ottobre venga rilasciato sul territorio in mezzo al nulla, ad 80 Km dal primo centro abitato. Non lo raggiungerà mai, non saprà neppure in che direzione andare. Morirà.
Salviamo Abel. Adesso lo salviamo,  ma poi avremo con noi un amico dolcissimo, e bellissimo.
E finalmente amato, nella vostra casa, lui saprà che la natura non lo aveva vestito a festa invano. Perché voi siete arrivati.
FAREMO SALIRE  ABEL  DA PALERMO CON UNA STAFFETTA.
 SCRIVETECI LASCIANDO UN VOSTRO TELEFONO, VI RICHIAMEREMO.
unacucciaperte@gmail.comRoberta.pe9@gmail.comalessandradelvecchio@gmail.com

Nessun commento: